top of page

L'energia della presenza mentale

La presenza mentale è un tipo di energia che ci aiuta a essere pienamente presenti, a vivere nel qui e ora. Tutti noi possiamo generare l’energia della presenza mentale: quando inspiri ed espiri concentrandoti sull’aria che entra ed esce, questa si chiama consapevolezza del respiro. Quando bevi un bicchiere d’acqua o una tazza di tè concentrando tutta l’attenzione sull’atto di bere senza pensare ad altro, questa è consapevolezza di bere. Quando cammini e porti la consapevolezza al corpo, ai piedi e ai passi che fai, questa è consapevolezza di camminare.

Forse penserai di non avere tempo per praticare la presenza mentale, che la tua giornata lavorativa sia troppo piena e che tu sia troppo occupato per praticare la consapevolezza. Forse penserai che la presenza mentale sia qualcosa che puoi praticare solo quando hai tempo, come quando sei in vacanza o all’aperto a goderti la natura. Possiamo invece praticare la presenza mentale ovunque, in ogni momento… a casa o al lavoro, perfino durante una giornata lavorativa molto piena. Non è necessario riservare del tempo apposta per praticare; ogni atto consueto può essere trasformato in un atto di consapevolezza: lavarsi i denti, lavare i piatti, camminare, mangiare, bere o lavorare. Possiamo fare tutto ciò con gioia. Abbiamo un sacco di tempo per praticare, è molto importante rendercene conto. Conosco un uomo che fa molta attenzione a camminare in consapevolezza tra un appuntamento di lavoro e l’altro. Cammina in presenza mentale, consapevole dell’inspirazione e dell’espirazione mentre passa tra i palazzi di uffici del centro di Denver. I passanti gli sorridono perché ha un aspetto molto calmo in mezzo a tutta la gente che cammina di fretta. Riferisce che le sue riunioni, perfino quelle con persone difficili, sono diventate molto più facili e più piacevoli da quando ha cominciato questa pratica. Quando pratichi la presenza mentale e generi pace e gioia, diventi uno strumento di pace e porti pace e gioia a te stesso e agli altri.


(Thich Nath Hanh ,dal libro: “L’arte di lavorare in consapevolezza”)


Comentarios


bottom of page